Theatre, jazz, movies.

Il Teatro, il Jazz ed il Cinema sono tre forme d’arte alle quali Frances’ Follies vuole rendere omaggio, presentando un repertorio che include brani dei più grandi compositori della musica americana. Ispirato dalle melodie di Irving Berlin, George Gershwin, Kalmar&Ruby e molti altri, lo spettacolo di Frances’ Follies è dedicato alle carriere di vocalists e stars del calibro di Ella Fitzgerald, Lena Horne, Judy Garland, Fred Astaire, Fanny Brice e Ruth Etting , la cui fama crebbe sui palcoscenici dei teatri di Broadway, nel Vaudeville e nelle Ziegfeld Follies degli anni ’20-’30.

Nel 2012, intrigata dall'ukulele, impara i primi accordi, da autodidatta, e poi seguendo i corsi on-line di Aldrine Guerrero e James Hill. Studia attualmente con Neal Chin. Da ricercatrice e appassionata di Jazz Classico, orienta le sue ricerche verso quei repertori nati in America negli anni '20-'30, sulla scia del successo mondiale dell'ukulele, evoluzione del cavaquinho portoghese approdato alle Hawaii nel 1879. Attinge ad una ricca selezione di spartiti originali, ballads e novelties con accompagnamento per ukulele, dal sapore esotico e ballabile, curando gli arrangiamenti per la nuova formazione, Frances'Follies&Strings.

Francesca si avvale della prestigiosa collaborazione di raffinati e colti jazzisti, esperti del repertorio degli anni '20-'30. Nei concerti si esibisce in diverse formazioni, dal trio al quintetto, in una formazione allargata, un "loose-knit" che si alterna a seconda delle occasioni.

Francesca Biagi, vocals&ukulele

Paolo Caporaletti/Mauro Carpi, violino

Davide Vaccari/Filippo Delogu, chitarra

Flavia Ostini, contrabbasso

Antonio Donatone/Riccardo Colasante, batteria

Collaborano inoltre al pianoforte Paolo Bernardi/Alessandro Cuccaro, e alle ance Ferdinando Coppola, Andrea Tardioli.

Il gruppo si esibisce nel circuito dei jazz club italiani, ed è disponibile anche per eventi, feste private, matrimoni

 

Francesca, voce &ukulele, è impegnata anche con le Blue Parrots, duo con la contrabbassista, vocalist e banjoista Flavia Ostini.

Il nome trae ispirazione dal jazz rurale, dalle atmosfere delle Appalachian Folk songs dei primi del '900. Le Blue Parrots propongono un vasto repertorio che va dal jazz degli anni '20 allo swing, fino al blues rurale della tradizione americana. Il tutto arrangiato in chiave personale, con un perfetto interplay tra le armonizzazioni vocali e gli strumenti. Il desiderio è di coinvolgere il pubblico in un viaggio nel tempo, di esaltare il valore di un repertorio quasi perduto, ma attualissimo.

 

Facebook Twitter